20 agosto 2017

Brawny, aka Brawn, aka Cammello - BadCube OTS02 reissue 2017

Cammello è sempre stato il mio minibot preferito perchè, nonostante fosse un piccoletto, aveva la superforza e picchiava duro (vedi foto).




Di conseguenza sono stato molto contento di procacciarmi Brawny,  il third partty della Badcube, nella sua riedizione 2017.

In alt-mode non delude. Non sono un gran fan dei materiali utilizzati dalla BadCube, spesso troppo giocattolosi, ma devo dire che per Brawny creano il giusto effetto vintage.



 Nella vista frontale non avrebbe guastato qualche dettaglio in più, ma in effetti le jeep sono generalmente molto spartane. Le linee di giunzione avrebbero potuto chiudersi con più precisione.



Le ruote sono in plastica. Si nota qualche disuniformità nella colorazione verde.



 La parte posteriore presenta qualche dettaglio in più.



La tanica per la benzina riserverà delle sorprese e sarà piuttosto utile, come vedremo più avanti.



Gli specchietti sono in gomma.



 Dettaglio dall'alto, con ruota di scorta.



 
Non mi piacciono i vetri in plastica trasparente se ti permettono di vedere con chiarezza i 
meccanismi interni di trasformazione.



Avrei preferito che i vetri fossero tutti realizzati allo stesso modo, invece quello posteriore laterale è in plastica nera. Bene il dettaglio della maniglia, ma le cerniere che permettono la trasformazione sono troppo evidenti.



 Ecco il primo segreto della tanica di benizna...



....contiene qualcosa di ben diverso dal carburante...



...ovvero la pistola di Brawny.



Qui Badcube fa il miracolo. Nonostante Brawn sia un minibot, in alt mode risulta in scala (o quasi), con le macchine sportive della Takara.



Vista frontale al fianco di Inferno.



Insieme a Puma (Tracks) in modalità robot.



Con Grimlok in modolità T-Rex



Altro gadget in "regalo". Serve per...



... montare questo gigacannone sul tetto di Cammello.



Vista di lato del cannone. Non male come qualità dell'accessorio.



Ma le sorprese non finiscono qui. Ecco una trivella.



Immagine dell'episodio in cui Brawn si diverte con la trivella di cui sopra.



Ed ecco Brawny in robot mode. La vista frontale è buona. Probabilmente le gambe e il torso sono troppo tozzi. La trasformazione è abbastanza semplice. Di articolazioni ne abbiamo parecchie. La testa gira e si inclina verso l'alto (anche se poi si vede che dentro è cava se si fa alzare troopo lo sguardo di  Cammello). Le spalle ruotano parallelamente e perpendicolarmente al corpo del robot. I bicipiti sono articolati. Il gomito ha una doppia giuntura. I polsi e la vita girano. Infine abbiamo anche, ginocchia e caviglie articolate.



Si nota  una certa similitudine :-)



La vista laterale va peggio. Gambe troppo sovradimensionate e zainetto che penzola nel vuoto.



La vista posteriore è ben riuscita. Compatta direi. Purtroppo è un po un'illusione causata dalla posizione da cui ho fatto la foto. La vista laterale ha già dimostrato che spazi vuoti ce ne sono.



 Magistrale la realizzazione di testa e viso. Davvero bella.



Nonostante sia un minobot, le pani si aprono. Colpo di classe! Il masterpiece Bumblebee questa opzione non la ha!



Primo piano del ginocchio. Le parti in plastica grigia presentano verniciatura non uniforme.



Ecco un altro utilizzo della tanica. Divisa a metà, va riempire un bel buco altrimenti presente sul retro della gamba di Brawny. Questa soluzione non è molto il linea con il principio non scritto per cui, durante le trasformazioni, deve sempre rimanere tutto attaccato. Però serve a migliorare l'estetica, per cui va bene così.



All'altezza del ginocchio rimane comunque una cavità.



Forse era inevitabile, ma anche dietro il gomito c'è un buco stile Generations.



Il tetto della Jeep penzola sulla schiena di Brawny senza essere fissato a nulla.



Anche questo pannello a lato della gamba, oltre ad essere sproporzionato, non si aggancia a niente.



La pistola, nonostante i dettagli, non è un grachè. E' buono però il sistema di incastro del calcio nella mano. Solido.



Il cannone invece non è male. 



Ecco la scena del cartone in cui Brawn utilizza effettivamente un'arma di distruzione di massa.



Altro gadget. E' noto che tutti gli Autobot girano sempre con un saldatore a portata di mano. Anche qui si vedono le venature nella plastica grigia.




Seconda faccia. Qui Cammello è in versione arrabbiata. Il montaggio del secondo viso è semplicissimo.



 Ecco Brawny in scala con il masterpiece di Bumblebbe.... 



 ...quello di Sideswipe/Freccia...



... quello di Ratchet/Doc...



... e quello di Optimus Prime...



...e per finire vediamo Cammello da un paio di sganassoni al Materpiece Megatron.


Tirando le somme, Brawny non è perfetto. Non possiede l'ingegneria della Takara ne la qualità dei materiali della FansToys. Tuttavia si lascia apprezzare e in questo momento non ci sono altre ditte che hanno prodotto il masterpiece di Cammello, per cui mi sembra che sia una scelta obbligata per chi cerca questo personaggio. Voto 7,5.

9 agosto 2017

Boost, aka Windcharger, aka Lampo - X Transbot MM-VI photo review

Dopo mesi trovo finalmente il tempo si spacchettare mio Windcharger 3rd party. Si tratta del primo robotto di marca X-Transbot che compro e devo dire che non mi ha soddisfatto, soprattutto in robot mode.

In alt mode infatti non  presenta malissimo. Si tratta di una Pontiac Firebird terza serie (prodotta dal 1982 in poi).


Peccato che la verniciatura non sia precisissima.


Mi piacciono i vetri in plastica nera. Li preferisco a quelli trasparenti che lasciano intravedere i ben poco "realistici" meccanismi interni.


Sul retro è visibile uno stilizzatissimo simbolo della casa automobilistica (oppure proprio del modello Firebird, non saprei dire).


I dettagli non mancano, ma non sempre la colorazione è precisa.


Purtroppo  le parti in metallo e le parti in plastica sono di due rossi diversi.


Le ruote sono in plastica.


Ho apprezzato molto la sagomatura del cofano asimmetrica (fedele al modello di automobile originale). 


Da questa foto del retro si vedono bene la semplicità della realizzazione dello stemma e il contrasto plastica metallo.


Chiaramente, essendo Boost - Windcharger un robot piccolo, non è stato possibile rispettare la scala Masterpiece delle auto sportive.


Tutto sommato il paragone con Inferno alt mode risulta migliore di quello con Smokescreen.


La trasformazione in robot è piuttosto casuale. Ad un certo punto ho smanettato a muzzo finché non è venuto fuori qualcosa di simile al robot riportato sulla scatola. Il risultato non è esaltante e potrei aver sbagliato qualcosa.


Diciamo che assomiglia abbastanza al Lampo visto nei cartoni animati. Non chiedetemi perché  un robot debba sentire il bisogno di mettersi un camice.


La vista di lato non è esaltante.


Appare decisamente meglio la vista da dietro.


I pugni, nella trasformazione, saltano fuori dalla loro sede con poca dignità. Non so se ho forzato troppo ma comunque il braccio destro non si chiude bene.


Anche nel robot si vedono delle sbavature della plastica.


La testa e la faccia sono abbastanza ben fatte.


L'head sculpt è fedele al cartoon. Nella scatola c'è anche una faccia di ispirazione Toy, ma bisogna montarla svitando una vite. Non ci ho neanche provato.


I piedi sono inqualificabili. Anche in questa foto danni alla vernice.


I pugni si rifiutano di rimanere orizzontali.

Grosso buco nella schiena. Perdonabile per carità, Sideswipe della Takara ha uno zainetto ben peggiore. 



Le ginocchia hanno una doppia giunzione decisamente lasca. Però una volta messo in posa, Boost è stabile. Diamo a Cesare quel che è di Cesare.

Mi si è staccato un pezzetto! Si può attaccare ma tende a saltare via ogni tre per due. Forse con della colla... serve solo a non fare vedere la vite.


Fermo lì Frenzy, o ti faccio saltare le cervella.


La pistola è carina e rimane salda nel pugno.

Questo aggeggio qui non so a cosa serva.


Orgoglio Minibot!


Saetta, oggi sono pessimista.


Menagramo di un menagramo!


La scala di dimensione del robot è perfetta. Anche se me nel sono dimenticato in questa poto i piedi sono angolabili.

Alla fine della fiera l'unico motivo valido per comprare Boost è che il masterpiece di Lampo non lo ha ancora fatto nessun altro!!!!!!!(a me risulta così).